Turismo e affitti fantasma

Solo 11 i moduli compilati per la disponibilità degli appartamenti in affitto. Reticenza dovuta alla pigrizia o paura di dichiarare un affitto in nero? Questo il dubbio sollevato dal Resto del Carlino considerato il migliaio di appartamenti che ogni estate vengono messi in affitto dai proprietari. Come dichiarato dall’assessore Marzetti il questionario avrebbe solo finalità statistiche utili per  una promozione, fatta dal Comune a titolo gratuito, per accrescere il turismo in città. Niente a che vedere dunque con l’Ufficio delle Entrate o con la Guardia di Finanza.

In comune ogni giorno ricevono richieste di informazioni relative alla disponibilità di casa estive, ma c’è difficoltà a dare informazioni utili in quanto non si conoscono ne le caratteristiche degli appartamenti in affitto, ne la loro ubicazione. Dunque una reticenza autolesionista da parte parte dei proprietari.

L’ufficio Turismo è già in grado di offrire un servizio informativo ai turisti su tutti gli alberghi, B&B, agriturismi, ristoranti, stabilimenti balneari….ma non puo’ fare nulla per quanto riguarda le case estive. Lacuna che potrebbe creare svantaggi rilevanti sia al turismo che agli stessi proprietari delle abitazioni. Un’occasione persa.

Fonte: Resto del Carlino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...