Il maestro Fulvio Rusticucci fa cantare la sala consiliare

Questo pomeriggio alle 18 (martedi 6 febbraio) , nella sala consigliare , si è tenuto l’ incontro dal titolo “Il popolo del blues, ” Dal canto di lavoro al blues” con il Maestro Fulvio Rusticucci, inserito nella rassegna ” i martedì dell’arte” organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Civitanova.
Con il suo entusiasmo e la sua inseparabile chitarra il Maestro ha toccato tutti i punti socio-economici che hanno portato l’inizio della schiavitù e la conseguente nascita dei così detti ” canti di lavoro.”
Nati dall’esigenza degli schiavi di alleviare il lavoro nei campi evolvettero poi,  negli stili musicali del Blues e dello Spiritual.
Questo percorso, magistralmente spiegato dal Maestro, passa attraverso la sofferenza di un popolo obbligato dalla schiavitù a vivere in condizioni disumane ma sopratutto ha , come filo conduttore , l’importanza della musica come mezzo di riscatto sociale.
La nascita di un genere detto Dixieland, sviluppatosi sopratutto a New Orleans conclude l’incontro e rimanda il proseguo a martedì prossimo con l’incontro dal titolo  ” Il popolo del blues, la guerra di secessione , Abramo Lincolne la libertà della schiavitù” Rusticucci ha portato esempi musicali dei vari stili musicali facendo cantare i presenti tra risate e allegria senza però far mancare l’attimo di riflessione profonda sulle condizioni in  cui venivano obbligati gli schiavi.
Le iniziative proposte godono di un ottimo numero di partecipanti che aumenta ad ogni nuovo incontro confermando così la fame di cultura dei cittadini civitanovesi.

Marzola Laura

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...