Lavoro: “Riduzioni del personale” ed un sessantenne, dopo vent’anni di servizio, trasferito al nord

Accresce per le aziende la necessità di ridurre i costi del personale e aumentano i casi, determinati dalla crisi produttiva, di licenziamento per “giustificato motivo oggettivo” o, nel migliore dei casi, di trasferimento del personale. Così, una ditta di trasporti della città, a causa del calo dei guadagni, decide di trasferire un dipendente nella propria sede di Milano. A ricevere l’amara comunicazione è un civitanovese sessantenne, padre di famiglia e prossimo al pensionamento a cui l’allontanamento equivale però, purtroppo, ad un licenziamento. Infatti, sul Resto del Carlino di due giorni fa, così ha amaramente commentato l’interessato che da oltre vent’anni è impiegato nella stessa azienda: «Il costo del vitto e dell’alloggio vale quanto il mio stipendio e quindi a Milano lavorerei per nulla. Inoltre sarei dovuto andare in pensione a fine luglio 2013 ma, con l’ultima riforma sulle pensioni, hanno allontanato il mio collocamento a riposo di tre anni. Sono stato preso alla sprovvista e non so proprio cosa fare: cercare lavoro a sessant’anni, con tanti giovani disoccupati, è un’impresa praticamente impossibile».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...