DA CRONACHE MACERATESI Popsophia: “Se Civitanova non ci vuole toglieremo il disturbo”

«Nessuno va in Paradiso a dispetto dei santi»: è questa la metafora scelta da Vando Scheggia, vice presidente dell’associazione culturale Popsophia e responsabile di Popcrime, sezione speciale inserita all’interno di “Le idee di marzo”, evento di avvicinamento a Popsophia, per rispondere a Tommaso Claudio Corvatta, candidato sindaco di Civitanova che ha parlato di spot elettorali a spese dei cittadini

«Non è la prima volta che dal centro sinistra arrivano degli attacchi – precisa Scheggia – che fanno leva sui costi e vorrei anche puntualizzare che la nostra associazione non ha colore politico. Corvatta parla di scuole e di strade da asfaltare ma  se sarà eletto Sindaco, con quello che il Comune di Civitanova ha speso per Popsophia, asfalterebbe qualche decina di metri di strada mentre con i fondi per “le idee di marzo” non farebbe che un paio di metri». Di seguito arriva una promessa che ha tutto il sapore di una minaccia nonostante il tono misurato che Scheggia, esperto del Foro, utilizza: «Per quanto riguarda il 2012, l’iniziativa andrà avanti come da programma. Nel 2013, se Corvatta sarà Sindaco, toglieremo il disturbo, sapendo che ci sono realtà tra le quali magari anche Macerata che metterebbero volentieri a disposizione le proprie strutture. In passato in molti hanno già chiesto Popsophia». Quello che proprio Scheggia non ha digerito è che Corvatta ha puntato il dito sui costi. «Mi vedo costretto a sottolineare che non è vero che Popsophia costa molto e non è vero che non ha successo. L’unico ad avere un rimborso spese, visto che dedica 18 ore al giorno al Festival, è il direttore artistico che comunque riceve una cifra che non copre le spese che sostiene. Rispetto a quello che Popsophia riesce a mettere insieme e rispetto all’indotto che produce, si spende poco perchè si coinvolgono sponsor importanti che fanno sì che il contributo comunale sia esiguo». Visto che si è parlato di un fidanzamento tra Popsophia e Macerata Opera Festival, esiste la possibilità che Popsophia si trasferisca a Macerata? Il vice presidente non si sbilancia: «Sono molti i comuni delle Marche che ci hanno già contattato, valuteremo il da farsi».

Fonte: Cronache Maceratesi (articolo di Alessandra Pierini)

Civitanova: It’s time to shop your future

Aria di novità a Civitanova Marche: oggi sabato 31 marzo alle ore 18 in via Duca degli Abruzzi verrà inaugurato Eco:Y, un temporary store di prodotti ecosostenibili di moda e design.

Eco:Y è un progetto nato grazie alle idee dei fratelli Christian e Pamela, di Urbisaglia, che hanno scelto di proporre prodotti esclusivamente ecocompatibli, a minor impatto ambientale, non volendo comunque rinunciare allo stile e alla moda. Nella loro boutique potrete trovare pezzi artigianali e unici (accessori, oggettistica, cosmesi e molto altro) che garantiscono il pieno rispetto dell’ambiente.
Il loro slogan: “Shop your future!”. I titolari sono, infatti, convinti che scegliendo prodotti che preservano l’ambiente, saremo poi in grado di comprare il nostro futuro. Per chi fosse impossibilitato a visitare il negozio è anche possibile comprare online tramite il sito www.ecoy.it

10.000 Visite!

In evidenza

Il sito Civitanova Speakers’ Corner ha raggiunto 10.000 visite!

Il Civitanova Speakers’ Corner è nato da un’idea di Pier Paolo Rossi, come gruppo facebook, ed è  in poco tempo diventato un “non luogo” in cui parlare di Civitanova: dei suoi problemi, dei progetti, dei sogni per la nostra città!

Un luogo libero in cui ogni Civitanovese può gridare qualsiasi cosa: pensieri, idee, esperienze, storie, necessità, bisogni, problemi, sogni, incubi, denunce, disagi, emozioni. 2800 iscritti che aumentano di giorno in giorno.

Dal gruppo è nato poi il sito web con le notizie, gli aggiornamenti, le comunicazioni dai Civitanovesi per i Civitanovesi. Cronaca, Politica, Sport, Eventi, Petizioni, Sondaggi, Foto, Video: tutto quello che abbia a che fare con la nostra città. Ognuno di noi è giornalista, reporter, fotografo per il nostro sito. Un sito fatto da Noi per Noi.

In poco più di un mese il nostro civitanovaspeakerscorner.wordpress.com ha raggiunto le 10.000 visite e speriamo di continuare a migliorare, offrendovi un servizio sempre più completo ed efficiente 😉

Vista la difficoltà per molti utenti di ricordare un indirizzo così lungo ho da poco registrato un dominio gratuito, già attivo, www.civitanovasc.tk in modo da facilitare il vostro accesso.

Continuate a seguirci!

Alessandro “Sasi” Stronati

Per visitare il nostro gruppo su facebook: http://www.facebook.com/groups/civitanovaspeakerscorner/

Porto: cambia il regolamento, non si potrà piu’ accedere in auto senza accreditarsi

Emessa un’ordinanza che modifica 4 dei 99 articoli del regolamento del porto civitanovese. Le modifiche serviranno a garantire sicurezza e incolumità agli equipaggi delle unità in movimento nell’area portuale e dei pedoni.

Chi entrerà via terra nella zona portuale, considerata area di lavoro, lo farà a suo rischio. Dunque nessun diritto di rivalsa, anche da parte dei pedoni, nei confronti del Comune o della Capitaneria di porto. Per entrare in auto sarà necessario accreditare preliminarmente la vettura in Capitaneria. Quindi i civitanovesi dovranno dire addio ai giretti in auto sul molo. Il libero accesso alle banchine del porto sarà consentito solamente a ciclisti e pedoni, ai quali però sarà vietato inoltrarsi sulle scogliere a protezione dei moli, in quanto pericolose. Chi vi si avventuralo farà, pescatori o meno, rischiarà una multa.

Fino a 200 mt oltre l’imboccatura del porto, la velocità non potrà superare i 5 nodi, evitando cosi la formazione di onde. Inoltre divieto assoluto di effettuare sorpassi, ormeggiare con l’ancora e navigare con la propulsione velica e con l’ausilio del radar, che va spento prima.

Turismo e affitti fantasma

In evidenza

Solo 11 i moduli compilati per la disponibilità degli appartamenti in affitto. Reticenza dovuta alla pigrizia o paura di dichiarare un affitto in nero? Questo il dubbio sollevato dal Resto del Carlino considerato il migliaio di appartamenti che ogni estate vengono messi in affitto dai proprietari. Come dichiarato dall’assessore Marzetti il questionario avrebbe solo finalità statistiche utili per  una promozione, fatta dal Comune a titolo gratuito, per accrescere il turismo in città. Niente a che vedere dunque con l’Ufficio delle Entrate o con la Guardia di Finanza.

In comune ogni giorno ricevono richieste di informazioni relative alla disponibilità di casa estive, ma c’è difficoltà a dare informazioni utili in quanto non si conoscono ne le caratteristiche degli appartamenti in affitto, ne la loro ubicazione. Dunque una reticenza autolesionista da parte parte dei proprietari.

L’ufficio Turismo è già in grado di offrire un servizio informativo ai turisti su tutti gli alberghi, B&B, agriturismi, ristoranti, stabilimenti balneari….ma non puo’ fare nulla per quanto riguarda le case estive. Lacuna che potrebbe creare svantaggi rilevanti sia al turismo che agli stessi proprietari delle abitazioni. Un’occasione persa.

Fonte: Resto del Carlino

Presentazione con polemica per la candidata dell’UDC

Doveva essere la serata di Laura Ruggeri, neo candidata dell’UDC invece a rendersi protagonisti, con uno scontro verbale, sono stati il segretario dell’UDC Carusone e il compagno di partito Vittorio Taffoni amareggiato dalla gestione della campagna elettorale del partito e la scelta di correre da soli a 4 giorni dal termini ultimo per la presentazione delle liste. Nonostante i tentativi di riportare la calma da parte dei vertici regionali e provinciali le scontro va avanti fino alla fine della conferenza.

Soddisfazione da parte dell’assessore regionale Luca Marconi e della coordinatrice provinciale Maria Berenice Mariani per la candidatura della Ruggeri i quali hanno difeso la scelta di correre da soli in quanto il modello Marche, a loro avviso, non si è mai discusso seriamente a Civitanova a causa di una evidente mancanza di intesa da Pd e Idv. L’Udc non metterà in conto apparentamenti al ballottaggio.

La candidata sindaco, Laura Ruggeri, nel corso della conferenza ha illustrato il programma riguardante famiglia, sociale, imprese e verde pubblico. Presentati alcuni dei candidati in lista tra cui l consigliere uscente Simone Garbuglia, Paolo Polidori, Marino Miccini, Francesco Sagretti, Piero Natalini, Marco Caserta e Gabriele Troiani (ex Ancora).Tra i nomi presenti in lista mancano al momento quelli di Perugini, Biritognolo e Taffoni.

Fonte: Cronache Maceratesi